Nokia N97: undocumented #1

Primo di una serie di post dedicati alle funzioni non documentate o, comunque, insolite presenti nell’aggeggio in oggetto.

Tenere premuto il tasto verde, attendere la progress bar di ascolto dei comandi vocali e pronunciare ad alta voce:

“Che ore sono?”

Utile, se non fosse che i passanti risponderanno educatamente alla domanda togliendovi tutto il gusto.

PS: valido anche per 5800XM.

Nokia N97: tips, tricks, chips and popcorn!

Nokia N97Ok, un mese di convivenza con un Nokia N97 bianco, rigorosamente no brand è più che sufficiente. Dopo aver leggiucchiato qua e là recensioni frettolose, sbrigative e, soprattutto, ignoranti dico la mia con un pò di cognizione di causa.

Segue un elenco di considerazioni spicciole in rigoroso ordine sparso (il post è lungo e uso il tag “more” a ragion veduta…).

Continua a leggere

Velocità del touchscreen del Nokia 5800

Qualche mese fa avevo l’assoluta certezza che, regalandole un 5800, mia sorella (affetta da smsite) non sarebbe stata più capace di scrivere sms alla velocità con cui lo faceva su un Nokia 6630.

– Sai, con un touchscreen non puoi avere la stessa praticità di una tastiera “hardware”, sarai molto più lenta e impacciata… etc, etc.
– Tu non ti preoccupare e regalamelo!

Guardate questo sms:

SMS

E ora guardate come è stato scritto (da lei):

Ecco, per l’appunto… c.v.d.

(NB: ha ancora il vecchio firmware v.11. Il nuovo dovrebbe essere più veloce…)

Il mio computer portatile, anzi no… tascabile!

Una piccola panoramica sull’utilizzo che faccio del mio “computer tascabile”.

Visualizzo le mie 2.274 foto in modo istantaneo e fluidissimo, ordinate per data decrescente, come una specie di viaggio nel tempo dei miei ultimi 5 anni.

Ne scatto di continuo, con l’ottima fotocamera.

Con la stessa fotocamera riprendo video che poi, come per le foto, posso rivedere in TV usando un semplice cavetto RCA.

Smanetto nel filesystem da 4GB organizzando i files come mi pare e piace.

Navigo sui siti che abitualmente visito sul pc più grosso (grosso… si fa per dire…) senza alcuna limitazione.

Per connettermi ad internet posso indifferentemente usare GPRS, 3G, HSDPA e WI-FI, al volo senza complicate configurazioni per la connessione.

Anche se non pratico sport potrei, e dico, potrei tracciare i miei allenamenti.

In giro a piedi, lo uso come navigatore pedonale, mentre in auto come un classico navigatore che nulla ha da invidiare ai dispositivi dedicati.

Spesso trasferisco files usando la classica condivisione cartelle di windows.

Quando capita, lo uso anche come telecomando.

Sincronizzo gli sms/mms con Gmail, in modo da avere sulla posta anche quei numeri, indirizzi, password che mi inviano via sms.

Mi tengo in contatto con gli amici su MSN/Gtalk, inviando anche audio, foto e video.

Leggo, invio email, sia col suo client integrato che con quello fatto da Google per gmail.

Non mi mancano le famose mappe di google, anche con localizzazione GPS e/o via CellID.

Molto spesso intervengo via ssh su macchine remote o sul mio bufalo casalingo.

Se ssh non basta, apro direttamente una sessione VNC.

Visto che dispongo di uno stack SIP integrato, telefono via internet direttamente dalla rubrica. Ma, se necessario, contatto anche gentaglia che usa Skype.

Scarico e carico files via FTP.

In coda alla cassa del supermercato, scarico dalla rete p2p Gnutella quel pezzo che volevo tanto ascoltare.

Raramente, ma con molto divertimento, effettuo videochiamate.

Quando serve una webcam, ne uso una che “al volo” si rende disponibile via http o classico driver windows.

Ascolto quel gigabyte di mp3 che ho sul filesystem in auto, collegando il jack standard all’autoradio di serie, potendo anche scaricare al volo i testi delle canzoni.

Oppure posso ascoltare una delle numerose radio internet. Ma anche le sempre più numerose radio che trasmettono usando PicoStreamer.

Posso anche vedere film encodati direttamente in Divx (i classici .avi).

Tengo d’occhio tutte le spese non appena si verificano.

Una partitina a Quake… vecchi ricordi… non guasta.

Tutto risulta molto più comodo con una bella tastiera wireless e la connessione alla TV.

E tante altre cose che ora non mi vengono in mente… uhmm… ah si: posso anche telefonare!!!

Per chi ancora non se ne fosse accorto, (ma come???) sto parlando di un Nokia N95 ma, in generale, dei terminali Nokia con Symbian OS 9.2.

L’uso di tali terminali non può prescindere da una buona connessione dati flat, o semi-flat (pago 8 euro al mese per circa 500MB in GPRS, 3G, HSDPA).

E infatti, ecco l’uso che Wind rileva della mia SIM:

Traffico

VOIP su Symbian: alcuni trucchi per renderlo più usabile

Uno dei motivi per cui molti utenti Symbian usano Fring invece dello stack SIP integrato è il consumo di banda ridotto che usa durante la trasmissione della voce.

L’implementazione SIP sui moderni Symbian è pensata per funzionare su reti Wi-Fi o, al massimo, su connessione HSDPA, molto performante in termini di banda disponibile.

Per questo motivo, usare il VOIP Symbian con connessioni classiche 3G è quasi impossibile e il jitter, le interruzioni dell’audio, il lag, lo rendono impraticabile.

E’ un vero peccato, poichè usando provider VOIP come VoipStunt si potrebbero sfruttare vantaggiose offerte come, ad esempio, chiamare a costo zero i fissi di numerosi paesi del mondo.

Il cosumo di banda è dato dal codec utilizzato. Il codec utilizzato è “contrattato” dalle parti in causa tramite SIP (Session Initiation Protocol) con un meccanismo di “offerte” e “accettazioni” scambiate durante il setup della chiamata.

Ogni dispositivo SIP ha un suo set di codec da “offrire” alla controparte, alcuni più esosi di banda, altri meno (a scapito della qualità audio). Purtroppo il client SIP Symbian non ha nessuna possibilità di configurare a quale codec “dare la precedenza” e quello usato di default ha un consumo di banda di ben 10KB/s. Un valore troppo alto, soprattutto in trasmissione su reti 3G.

Fino ad ora. Alla Nokia si sono accorti della lacuna e hanno tirato fuori un tool fattapposta per configurare la prorità di utilizzo dei codec SIP.

Installandolo si potranno modificare vari aspetti normalmente nascosti dei profili SIP presenti sul telefono. Per iniziare è necessario importare un profilo già esistente e modificarne la copia.

NON smanettate a caso tra i parametri poichè potrebbero rendere instabile lo stack. Quello che ci serve è poter cambiare la priorità dei codec da utilizzare.

Quindi andate su VoIP services -> [nome del vostro profilo] -> Codecs.

Apparirà una lista di codec. Selezionate il G729 e, dal menù opzioni, spostatelo al primo posto in modo che la lista appaia così:

Lista codec

Ora andate nel menù di impostazione standard e modificate il profilo da usare, eliminando quello vecchio per usare il nuovo: apparirà tipicamente come “nomeprovider(1)”.

In questo modo potrete telefonare su rete 3G “consumando” solo 3KB/s, un valore più che accettabile.

3kbs

Questa modifica però non avrà effetto chiamando un client del gruppo Betamax ma solo un terminale hardware/software SIP. Sembra che i client Betamax funzionino solo con codec a 10KB/s.

Rendiamo le cose ancora più semplici: l’applicazione “Telefono Internet”, che si usa per selezionare quale profilo deve connettersi a quale rete, si comporta diversamente se è assegnata ad una softkey.

Provate ad assegnarla, ad esempio, alla softkey sinistra e poi avviatela da lì: in automatico vi connetterà ad una delle reti salvate e terminerà. Riavviandola, sempre via softkey, disconnetterà il provider e terminerà. Un accorgimento che velocizza di molto le cose quando si è per strada e non si può/vuole perdere tempo smanettando con le impostazioni solo per fare una telefonata veloce.